Esquisse – il blog di antonio consoli

La république des livres e altro

leave a comment »

Da un po’ di tempo a questa parte leggo sempre più blog letterari di altre nazioni. In particolare – e lo si può notare dai miei link – blog con targa francese.

La mia passione per la Francia è storia antica. Risale almeno ai tempi della scuola media inferiore, quando il francese era la materia che studiavo con maggior piacere. La mia insegnante di francese era una donna tarchiata e robusta e – come tutte le donne tarchiate e robuste – camminava in modo goffo, ondulando come un pinguino. Da lei ricevevo di continuo complimenti e incoraggiamenti. Fatto primo.

Fatto secondo. L’acquisto dei Fleurs du Mal di Baudelaire. Quel libro, oltre a un’immensa quanto fugace passione per la poesia, mi consentì di muovere alcuni timidi passi in un francese non più fatto di crayons, armoires, mére e pére, ma di frasi come questa che segue:

Dis-moi, ton coeur parfois s’envole-t-il, Agathe,

loin du noir océan de l’immonde cité,

vers un autre océan où la splendeur éclate,

bleu, clair, profond, ainsi que la virginité?

Dis-moi, ton coeur parfois s’evole-t-il, Agathe?

Tra i blog francesi che più leggo c’è quello che Pierre Assouline (critico, giornalista e scrittore) cura quotidianamente su Le Monde. Attraverso i post di Assouline riesco quindi ad avvicinarmi alla letteratura e narrativa francese contemporanea più facilmente che con altri mezzi, oltre – s’intende – l’acquisto di libri in lingua.


Ho chiesto a Pierre Assouline se potevo tradurre e riportare su Esquisse alcuni dei suoi post, e lui mi ha prontamente risposto che non ci sarebbe stato alcun problema. Ecco, allora, che da domani (con cadenza settimanale) ci sarà su Esquisse una nuova sezione, La repubblica dei libri. Mi auguro naturalmente che l’iniziativa sia di vostro gradimento.

————

A nemmeno una settimana dalla sua uscita, Hitler, romanzo di Giuseppe Genna, è già alla seconda edizione. L’autore milanese pubblica quasi quotidianamente sul suo blog gli articoli, le interviste e altri scritti inerenti il romanzo. Lunedì scorso ha pubblicato il primo capitolo, che vi consiglio di leggere.

Lambach (Austria), marzo 1897
Confrontatevi con lui. Considerate se questo è un uomo.

È scatenato nei cieli, immenso, invisibile, entra nel tempo e ne riesce, digrigna i denti giallastri, immensi, i suoi occhi di brace illuminano tutte le notti future.
È il lupo della Fine, si chiama Fenrir.
Gli antichi nordici sapevano che un giorno avrebbe rotto il vincolo. Fu allevato nella terra dei giganti, fu fatto rinchiudere da Odino e serrati i suoi arti con una catena che i maghi prepararono con rumore del passo del gatto, barba di donna, radici di montagna, tendini d’orso, respiro di pesce, saliva di uccello – alla vista e al tatto sembrava un nastro di seta, ma in realtà nessuno avrebbe potuto spezzare quella catena. E in attesa della fine, il lupo Fenrir è rimasto recluso, a ululare, a sbavare, a tentare di spezzare il vincolo.
E ora è riuscito.
Da fuori del tempo cala nel tempo e nello spazio, percorre ciclopico i vasti cieli europei, annusa i confini e marca il territorio, urina piogge acide sulle frontiere della Germania, ulula e stride, stalattiti di ghiaccio pendono dal suo ventre unto, le zampe cavalcano l’etere, velocissimo, non sa nulla, ispeziona con le narici dilatate, è il mostro dell’avvenire, il portatore dell’apocalisse.
Apocalisse significa: rivelazione. Rivelerà a chi?

continua

————

C’era una volta il racconto, scrive Massimo Maugeri. Su Letteratitudine si parla di racconti – short stories, per dirla all’anglese – e del loro scarso appeal nei confronti dei lettori che a quanto pare preferiscono i romanzi-fiume.

 

 

 

 

————

Lunedì ritorna l’appuntamento con Prose sparse, con un ottimo racconto firmato da Mauro Mirci di Paroledisicilia.it

 

 

 

Annunci

Written by Antonio

24 f, 2008 a 12:57 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: